Savignone e il parco naturale dell'Antola

Lungo la dorsale montuosa che unisce l’Alta Valle Scrivia all’Alta Val Trebbia si estende il Parco Naturale dell’Antola.

Dominato dalla cima del Monte Antola, offre ai visitatori un patrimonio che è natura, ma anche storia, architettura e tradizione.

Nel cuore del parco, circondato da una verde cornice di monti, è racchiuso Savignone, ambito centro di villeggiatura.

Un interessante tour può iniziare dalle zone rurali di Gualdrà, da cui, di buon mattino, si può godere del paesaggio della grande piana casellese.

Al ritorno, s’incontra il grazioso nucleo abitato di Besolagno e quindi,dalla pregiata Chiesa Parrocchiale di San Bartolomeo si può salire, attraverso la verde Vallecalda,

al celebre Santuario di N.S. della Vittoria. A fondovalle, la strada provinciale 226 si distende dalla zona pianeggiante del centro industriale artigianale, in attesa di un pronto recupero, all’abitato

centro di Isorelle. E tra scorci fioriti di antiche abitazioni dell’epoca industriale ed angoli di ritrovato verde si torna alla via maestra.

II Ponte di Savignone, con la sua caratteristica Madonnina, dà inizio alla salita che conduce al centro del Paese... Ed ecco il Capoluogo! A circa 500 metri di altitudine, protetto da una suggestiva cornice

di rocce, si adagia I’agglomerato urbano composto da villini, case rurali e palazzotti di recente costruzione. I tipici carruggi di Sottonoci conducono alla fresca Piazza, che propone la barocca Chiesa

di San Pietro , il Palazzo Crosa di Verga gni, il Palazzo Fieschi, la Fontana ed il Palazzo della Meridiana, costruzioni patrizie di rilevante pregio,edificate tra il XV ed il XVIII secolo. Interessante

è il Museo degli Alpini, a due passi dalla piazza, nei fondi della sontuosa Villa Grendi che ospita oggi la sede del Comune. Il Castello dei Fieschi, eretto nel 1207, palcoscenico

di guerre, intrighi e tragedie amorose dei Conti di Lavagna, è oggi agevolmente raggiungibile attraverso un ripristinato sentiero di accesso che si snoda dalla campestre

“Cappelletta”.Piacevoli anche le escursioni al Monte Pianetto e alla Chiesetta di Costalovaia, dopo aver attraversato il borgo delle Gabbie, ricco di villette d’inizio Novecento. Lungo la strada per

Crocefieschi s’incontrano poi le oasi montane di Montemaggio e Sorrivi, oltread un verdeggiante percorso panoramico che conduce alla Madonna del Monte, là dove lo sguardo

spazia dalle Alpi al mare. Vaccarezza, raggiungibile da Casella è un meraviglioso borgo di villeggiatura che circonda la Chiesa dell’Assunta e l’Oratorio barocco. I prodotti tipici dell’agricoltura locale, formaggi freschi, sciroppo di rosa, marmellate e miele del migliore, si possono gustare ed acquistare alla fattoria Autra da Alfredo, alla fattoria Mirolo dei Casoni sul Brevenna , da Maria Giulia in Località Ronchetto e da Angela a Gualdrà, che propone il meglio della produzione spontanea degli alveari. Ottimo il latte di Costalovaia. Le focacce sono speciali nei numerosi forni artigianali che offrono anche ai più golosi molteplici varietà di dolcetti secchi savignonesi, su cui primeggiano la Torta Mandorlata e la sfiziosa Torta Camilla. Merletti e ricami,ferro battuto e mobili artigianali su misura, completano il quadro di un mercato tipico sempre più in espansione. VISITARE SAVIGNONE Palazzo Fieschi

 Sentieri tra i boschi permettono divertenti itinerari in mountain bike e trailing montani. Per gli amanti dello sport sono funzionanti un nuovo impianto di calcio a sette in sintetico ed un campetto comunale di beach volley, mentre per gli abitués delle bocce i campi del Bar Daca’, sotto i platani, rappresentano un angolo perfetto per appassionanti partite. Grande polo di attrazione turistica è il Parco Fluviale dello Scrivia a Ponte di Savignone,dove una blasonata scuola di canoa si

sposa con una pittoresca spiaggetta per i patiti del sole.Da Savignone sono possibili escursioni giornaliere ai vicini castelli di Vobbia e Borgo Fornari, ai borghi storici della Valbrevenna, al nucleo antico di Crocefieschi ed ai tesori artistici di Montoggio. Il trenino di Casella offre poi l’occasione di un piacevole viaggio a Genova nel verde più puro. La vicina Val Polcevera si snoda invece tra centri urbani e località amene note per i prodotti locali, tra cui spicca il celebre Salame di Sant’Olcese. Da Busalla, cittadina commerciale, verso Isola del Cantone la Liguria chiude i suoi battenti, affacciandosi alle belle

vallate del basso Piemonte. Savignone offre ricettività, buona cucina, bar, negozi e tanto divertimento. Perché … a Savignone tutte le sere è festa! Benvenuti quindi nell’antico borgo feudale dei Fieschi, “città del miele”, “città

 

della pace”, ma soprattutto “Grande paese dell’amor Cortese”!